Città di Urbino con palazzo ducale e facciata monumentale

Urbino

La storia di Urbino inizia nell'era romana (Urvinum Metaurense) a.C., poi vennero i Goti, Bizzantini, Longobardi e i Franchi.

Il predominio del territorio fù altalenante fino al 1400, tra il dominio pontificio e quello imperiale, tra Rimini e Città di Castello e con i Malastesta e la Repubblica Fiorentina, poi iniziarono a stabilizzarsi un pochino è i Monfeltro venne riconosciuta tra le signorie italiane diventando con Federico una delle corti più illuminate del Rinascimento.

Questo è il luogo dove Piero della Francesca scrisse De prospectiva pingendi, Francesco di Giorgio Martini scrisse L'Opusculum de architectura, Luca Pacioli con la De Divina Proportione e Summa de aritmetica, Giovanni Santi scrisse la Cronaca rimata e ispirò Baldassarre Castiglione per Il Cortegiano, ospitò Pietro Bembo che poi pubblico Prose della lingua volgare. Urbino insieme a Firenze sono le signorie dove l'Umanesimo e il Rinascimento stanno ridisegnando il nuovo uomo contemporaneo e trasformeranno l'arte per sempre.

Oggi Urbino è una pigra cittadina provinciale che grazie all'università è al suo patrimonio storico artistico e il suo centro storico è una fantastica meta per immergersi nell'epoca rinascimentale.

Per arrivare a Urbino si deve prendere un mezzo personale come auto, moto, bicicletta oppure un autobus dalla stazione di Pesaro. Urbino appare dopo un pò di colline del Montefeltro nella verde campagna marchigiana.

La città di Urbino si erge di 474 metri sul livello del mare, tra 2 valli dove scorrono i fiumi Metauro e il Foglia in un ambiente appenninico tra Romagna, l'Umbria e le Marche. Dista 30 km circa da Pesaro e Fano la costa adriatica più vicina.

Il centro storico di Urbino è insignito come patrimonio mondiale dell’Umanità UNESCO, per proteggerlo, tutelarlo e trasmetterlo alle generazioni future. Venne sviluppato principalmente in epoca rinascimentale per maggiori informazioni consulta l'articolo Urbino e il Montefeltro

È visitabile esclusivamente a piedi, salendo e discendendo tra le sue due ripide colline (a sella) che ne disegnano la morfologia oppure prendendo Urbino Explorer un Trenino Turistico elettrico. Vie e scalette di mattoni e san pietrini progettati per cavalli e pedoni, gli edifici sono costruiti in cotto e racchiusi da una cinta muraria bastionata.

Naviga nella mappa e conoscerai la storia, l'arte, i monumenti, i musei e gli scorci paesaggistici da non perdere se visiti la città di Urbino.

Visualizza mappa a schermo intero

Inserisco il video di 2 giovani Youtuber Sara & Paolo Adventures che hanno colto alcune caratteristiche della città di Urbino e il territorio circostante e le trasmettono con semplicità e autenticità.

E dal canale Ufficiale del MiC il Ministero della Cultura che in un breve video sui siti patrimonio UNESCO parla della storia del centro storico di Urbino.

 

  • perditi nei vicoli e strade rinchiuse dalla cinta muraria ne varrà la pena, ma ricordati che la bellezza necessità di fatica.

 

I luoghi da non perdere in Urbino

 

Casa Natale di Raffaello Sanzio

Casa Natale di Raffaello

La casa natale e la bottega del magnifico pittore Raffaello Sanzio si trova lungo la via omonima nel centro storico di Urbino ora è sede di un piccolo museo.

  • fai il tour raffaellesco della città di Urbino che comprenda la mostra Mostra Raphael Urbinas, la statua, la tomba e la casa di Raffaello
Mausoleo del Duca

Mausoleo del Duca

Con una breve passeggiata dal centro storico di Urbino, a circa due chilometri, si trova la quattrocentesca chiesa di S. Bernardino che contiene le tombe di Federico da Montefeltro e del figlio Guidobaldo. Venne eretta per volere di Federico da Montefeltro che la concepì come mausoleo della propria famiglia.

Statua di Raffaello Sanzio

Statua di Raffaello

All'inizio di viale Buozzi, nel piano del Monte (solo monte per gli urbinati), nell'ampio Piazzale Roma c'è la statua di Raffaello, che una  volta era in Piazza Duca Federico, poi rimossa nel 1947. La statua in bronzo fu costruita dal torinese Luigi Belli nel 1897.

  • fai il tour raffaellesco della città di Urbino che comprenda la mostra Mostra Raphael Urbinas, la statua, la tomba e la casa di Raffaello
Fortezza Albornoz e parco della resistenza

Fortezza Albornoz

La Fortezza prende il nome dal cardinale di origine spagnola Egidio Alvarez Carillo de Albornoz, che la fece erigere nella metà del XIV secolo. Alcuni studi però dicono che fu eretta dal suo successore, il Cardinale Anglico Grimoard.

Piazza Rinascimento

Piazza Rinascimento

L’attuale aspetto della Piazza del Rinascimento è dovuto a Federico di Montefeltro che dette avvio alla costruzione del suo nuovo palazzo con facciata ad ali che ne cambiò profondamente il profilo e la città di Urbino.

Oratorio di San Giovanni e Oratorio di San Giuseppe

Oratorio di San Giovanni e Oratorio di San Giuseppe

Nelle vicinanze di Piazza della Repubblica sotto la Fortezza di Albornoz in strette e ripide vie del centro storico di Urbino, si possono ammirare i capolavori contenuti nei due Oratori San Giovanni e San Giuseppe.

Chiesa di San Francesco

Chiesa di San Francesco

Da Piazza della Repubblica in direzione Via Raffaello, sulla destra è visibile la Chiesa di San Francesco costruita nel secolo XIV di questa epoca rimane il campanile gotico e la sottostante cappella, il nartece (il portico sulla facciata), il frammento dell'affresco dei fratelli Salimbeni. Presenta caratteri romanici nella forma degli archi e negli elementi decorativi.

Orto Botanico di Urbino

Orto Botanico di Urbino

L’Orto Botanico di Urbino nasce nel 1809 su un area del convento dell’ordine dei frati minori di San Francesco in un momento storico in cui la Regione Marche era governavata dai Francesi Napoleonici che ricevettero da parte di papa Pio VI tutti i territori dello stato pontificio situati a nord di Ancona.

Piazza della Repubblica in Urbino

Piazza della Repubblica

Piazza della Repubblica in Urbino è "La piazza" per gli urbinati, è il ritrovo dove fare 2 passi, sorseggiare l'aperitivo serale, andare a prendere il gelato e fare le "vasche" lungo i portici Volponi.

  • un gelato sopraffino all'Officina Del Gelato - Puro & Bio a Santa Lucia
Palazzo Ducale e Galleria Nazionale delle Marche

Palazzo Ducale - Galleria Nazionale delle Marche

Il Palazzo Ducale, che domina con la sua facciata monumentale la città di Urbino è un esempio unico dell'architettura rinascimentale in Italia e ora sede della Galleria Nazionale delle Marche.

  • Imperdibile, se ti trovi in Urbino non puoi non visitarlo.
Porta Valbona e borgo mercatale

Porta Valbona

La Porta di Valbona è un manufatto architettonico ideato e costruito dall’architetto urbinate Sigismondo Albani ed è la più importante delle sette antiche porte, l’unica provvista di un paramento monumentale rivolto verso l’esterno, cioè verso il piazzale del Mercatale.

Tomba di Raffaello Sanzio

Tomba di Raffaello Sanzio

Nella chiesa dei Carmelitani Scalzi in Urbino è stata collocata una copia nelle stesse dimensioni della tomba del grande pittore urbinate, che nacque a Urbino il 1483 e morì a Roma nel 1520, a soli 37 anni.

  • fai il tour raffaellesco della città di Urbino che comprenda la mostra Mostra Raphael Urbinas, la statua, la tomba e la casa di Raffaello